I benefici della “longhina” nella passeggiata con il cane

La longhina in passeggiata con il cane... amata, odiata, utile, inutile, riservata agli addetti ai lavori... le opinioni sono tante e diversificate. Certo è necessario saperla usare bene! Io la trovo utile spesso, non sempre, ma spesso è uno strumento che utilizzo, per tanti motivi, qui ne trovate elencati alcuni, non tutti, ma sicuramente già solo per questi vale la pena iniziare ad utilizzarla.
Thor in passeggiata con longhina

Sono tanti gli strumenti che si possono utilizzare per portare il cane in passeggiata, tra questi uno di quelli che amo maggiormente utilizzare, soprattutto con cuccioli e cani giovani, è la longhina, un guinzaglio lungo di 5, 7 anche 10 mt.

Mi piace il fatto che offre la possibilità di allenarsi ad andare al guinzaglio senza il “fastidio” del guinzaglio. La longhina è un limite certo ma crea anche uno spazio di libertà, esplorazione e comunicazione tra noi e il nostro cane.

Scegliendo ambienti adeguati, orari adeguati, esperienze adeguate allenarsi a passeggiare con la longhina ha tanti aspetti positivi:

🔹 offre maggiore libertà di esplorazione al cane che può allontanarsi da noi e soffermarsi su tutte quelle informazioni olfattive per lui così importanti 

🔹 rende più agevole adeguarsi ai ritmi del cane perché entrambi abbiamo maggiore spazio per muoverci l’uno rispetto all’altro 

🔹 evita tutte quelle tensioni sul guinzaglio inutili e fastidiose per il cane. La longhina è un limite certo ma ci permette di modulare con consapevolezza quanto rendere “presente” quel limite 

🔹 permette di utilizzare meglio e più consapevolmente la nostra comunicazione verbale e non verbale per rapportarci al nostro cane senza “manovrarlo” come fosse un trolley perché tanto è legato a noi e non può scegliere come muoversi

 🔹 consente di sperimentarci maggiormente in libertà perché può essere lasciata a terra “a traino “ dietro al cane, così da tenere sotto controllo la nostra ansia e cogliere molte più occasioni in cui concedere libertà e fiducia al nostro cane allenandoci a comunicare sempre meglio

Insomma per me la longhina è uno strumento utilissimo, va saputa usare, si DEVE imparare ad utilizzarla per far sì che non sia una corda “indemoniata” che imprigiona noi e il nostro cane in un groviglio inestricabile di meandri e nodi ma un filo, leggero come una stella filante, che ci lega insieme ma che potrebbe anche non esserci se vivessimo in un mondo pronto ad accettare e concedere più libertà, ai cani ma non solo.

Nel video la nostra guest star è Thor, cucciolone di Bovaro di 8 mesi, abituato a passeggiare in longhina fin da cucciolo, ad essere guidato e supportato nelle esperienze tramite la comunicazione e non ad essere tirato o spostato con il guinzaglio, a muoversi, anche in ambiente urbano, senza il limite costante e continuamente presente del guinzaglio ma sperimentando quel certo grado di libertà che la longhina concede.

 

Alessia
Alessia
Educatore Cinofilo

Altri articoli:

Emozioni

Osmosi emozionale

Non vi è alcun dubbio che i cani provino emozioni e nemmeno che tra uomo e cane ci sia una fortissima connessione, frutto del processo di addomesticamento iniziato migliaia di anni fa. L’osmosi emozionale tra cane e uomo, e viceversa, è qualcosa di provato scientificamente e può spiegare come noi entrando in risonanza emotiva con il cane possiamo modificare il suo modo di agire e contaminare le esperienze che viviamo insieme.

Leggi »
Comunicazione

Il valore dello “spazio” per i cani

Parliamo di spazio, pilastro fondamentale della vita dei cani.
I cani hanno delle coordinate spaziali innate, sanno gestire e vivere lo spazio in maniera consapevole e mai casuale e, sopratutto, sanno farne uno strumento fondamentale della loro comunicazione.
Impariamo ad osservare i nostri cani in materia di “spazio” e magari proviamo a fare uno sforzo per capirne la comunicazione sotto questo punto di vista. L’utilizzo dello spazio per i cani non è mai casuale nè superficiale, lo spazio ha un valore altissimo.

Leggi »
Cuccioli

A che età un cucciolo diventa adulto?

Quando possiamo considerare il nostro cucciolo adulto? Quali fasi attraversa per raggiungere la maturità? Non è scritto nella pietra certo, razza, taglia, personalità, sviluppo ontogenetico, esperienze di vita influiscono, e non poco, sulle fasi di sviluppo che portano un cucciolo a diventare un individuo adulto ma è sempre utile avere uno “schema” di riferimento, un promemoria che ci ricorda quanta strada deve percorrere un cucciolo e quanto importanti possiamo essere noi nell’accompagnarlo verso l’età adulta e la maturità sociale.

Leggi »

contattaci

Dog&Fun asd, © Tutti i diritti riservati 2020. P.I. 02870041205

Privacy Policy

SEGUICI SUI SOCIAL

CONTATTACI

parson russell terrier rilassato